Vaccini: Bergamo, La Voce dei Fantasmi

Domenica 4 giugno 2017, a Bergamo, si è svolta la manifestazione La voce dei fantasmi, una iniziativa che si aggiunge alle tante proteste in tutta Italia del giorno precedente, contro la proposta del decreto legge Lorenzin, ma non solo. La manifestazione di Bergamo ha voluto dare voce a tutte quelle persone, bambini, adulti, militari, che in qualche modo hanno subìto un danno a seguito di una vaccinazione o di pratiche troppo spesso applicate con superficialità. Ecco quindi che intere famiglie si sono riunite per protestare, e per far sentire che i danneggiati esistono. Un corteo di circa 500 persone si è mosso dal piazzale della stazione lungo viale Papa Giovanni XXIII per riunirsi infine sotto Palazzo Frizzoni, sede del Comune di Bergamo.

Diversi gli slogan urlati per le vie del centro, sfilando, tra i cittadini bergamaschi che da tanto tempo non vedevano la propria città animata da tale passione. Ma sopra ogni slogan prevaleva la parola libertà. Libertà di scelta, in primo luogo, ma anche libertà di cura, libertà di decidere in autonomia del proprio futuro e di quello dei propri figli, libertà di accesso alla scuola e a tutta l’informazione disponibile, non solo quella veicolata dai media mainstream.

Ma lo spazio davanti al Comune è stato il vero cuore pulsante della giornata, fatto di racconti dei genitori che hanno visto il proprio figlio cambiare e regredire dopo la vaccinazione. Ma anche di militari che hanno raccontato con dignità e commozione la loro vicenda. Storie di persone che esistono veramente, anche se il loro danno non viene riconosciuto dallo Stato. Storie che vengono ascoltate dal pubblico presente con attenzione e compassione, risvegliando quell’empatia che è naturale per l’essere umano, ma che per tanto tempo è rimasta sopita. Ora invece assistiamo al rinascere di una unione di cuori e di anime che si dimostrano solidali e pronte a dare battaglia insieme per far rispettare i propri diritti e il diritto alla salute di tutti.

Avanti allora, ché la battaglia è appena cominciata e la strada per la libertà ancora lunga. Ma vinceremo! I cuori lo hanno sancito!

Foto di: Paolo Astori

Vaccini, migliaia in piazza, pubblicati i preoccupanti dati AIFA, ma dove sono i giornalisti?

Ieri 3 giugno 2017 sono scese in piazza migliaia e migliaia di persone in tantissime città italiane, per protestare contro il decreto ‘leggermente’ autoritario voluto dalla ministra Beatrice Lorenzin, che prevede l’obbligo per dodici vaccinazioni, pena l’esclusione dalle scuole di ogni ordine e grado. Nessun organo di stampa, o televisione, ha riportato l’avvenimento. Qualche giorno fa, dopo che il Codacons aveva presentato denuncia contro l’AIFA, sono stati pubblicati i dati sulle segnalazioni da reazioni avverse causate dai vaccini negli ultimi tre anni, dai quali si evince che le medesime sono oltre ventunomila, con centinaia di casi gravi, e cinque morti. Nessun organo di stampa, o televisione ha riportato la notizia.

Si capisce anche da queste cose perché l’Italia è al settantasettesimo posto nella classifica mondiale della libertà di stampa, perché forse non esiste. I media si sono schierati compatti nei mesi scorsi a sostegno delle tesi ufficiali sui vaccini, sul fatto che sono assolutamente sicuri, che è giusto renderli obbligatori, senza nemmeno citare ciò che la legge attuale prevederebbe in materia di sicurezza sui vaccini. Spesso poi sono stati organizzati veri e propri agguati mediatici in vari studi televisivi nei quali, con tecniche mediatiche pluri-collaudate, il malcapitato esponente di chi vorrebbe più sicurezza in materia di vaccini, è stato fatto passare come un povero deficiente.

La maggioranza di coloro che vengono definiti no-vax, in realtà non sono contro i vaccini, ma sono in primo luogo per la libertà di scelta terapeutica , cosa sacrosanta sancita dalla nostra Costituzione. Poi sono per il diritto allo studio, altra cosa sacrosanta sancita sempre dalla nostra Costituzione. Infine, chi è sceso in piazza ieri, vuole semplicemente vaccini sicuri, somministrati in maniera intelligente, quando veramente necessari, e non indiscriminatamente, come prevede il Decreto Legge che dovrebbe essere pubblicato a breve. E l’intelligenza nella somministrazione potrebbe risparmiare gran parte delle reazioni avverse segnalate anche dall’AIFA.

Il fatto poi che vengano radiati bravissimi medici solo perché suggeriscono cautele nella somministrazione dei vaccini, con motivazioni che fra l’altro devono ancora essere rese pubbliche a distanza di tempo, mentre criminali comprovati rimangano tranquillamente al loro posto, è una cosa che fa riflettere sull’andamento di questo nostro paese, nel quale sembra che chi ha attitudini criminali, in ogni settore della vita pubblica,  venga tutelato meglio di chi si comporta in maniera onesta e veritiera. Personalmente sono molto stanco della realtà che stiamo vivendo in Italia, grazie ad una classe politica, che oltre a fare solo i propri interessi, pare anche accanita contro il suo popolo, danneggiandolo in tutti i modi.

E come presidente dell’associazione Riprendiamoci il Pianeta – Movimento di Resistenza Umana sono oltremodo indignato da quello che sta accadendo nel nostro paese, da tanti punti di vista, ma in particolare da ciò a cui vogliono obbligarci in materia di vaccini, che di fatto fa un enorme regalo a quei ‘benefattori dell’umanità’ che sono le case farmaceutiche, o multinazionali del farmaco che dir si voglia. Per cui dichiaro che d’ora in poi scendiamo in lotta contro le modalità imposteci dal governo, e non ci fermeremo finché non avremo affermato completamente ragionevolezza, vera scienza ed umanità in campo vaccinale, e non solo.

Infatti a questo proposito, consapevoli dei nemmeno tanti velati intenti governativi di colpire in campo terapeutico tutto ciò che sfugge alle grinfie delle multinazionali, a partire dall’omeopatia, per continuare con tutto ciò che propone approcci terapeutici naturali, vogliamo proporre la costituzione di una Associazione per la Libera Scelta Terapeutica, che raccolga, medici, operatori olistici e tutti i cittadini che si riconoscono in questa volontà di libera scelta. L’intento è in primo luogo quello di offrire assistenza, anche legale, ai medici che stanno finendo nel mirino dell’Ordine dei Medici, che se fosse abolito con tutti gli altri ordini ci toglieremmo di torno degli inutili orpelli.

Poi vorremmo fornire assistenza concreta, anche legale, a tutti i genitori che si trovano ora nella necessità di essere tutelati di fronte alle antidemocratiche imposizioni governative, perché devono iscrivere i figli a scuola, e magari non vogliono vaccinarli. Infine vogliamo passare al contrattacco, nei confronti di un governo che pare non avere intenzione di rispettare alcune elementari norme di democrazia sancite dalla nostra Costituzione repubblicana, affermando fino in fondo la libertà di scelta terapeutica in ogni settore medico, anche se questo dovesse togliere, Dio non voglia, profitti alle multinazionali del farmaco.

Non ultimo, stiamo lavorando alla creazione di un archivio online per mettere a disposizione delle persone tutto il materiale utile, e necessario, per muoversi nel settore di cui stiamo parlando, oltre ad una specie di ‘sportello telematico’ della serie l’esperto risponde, per essere d’aiuto a tutti coloro che, sia in materia di vaccini, ma anche di scelta terapeutica, vogliono continuare ad esercitare liberamente i propri diritti.

Cominciamo intanto col partecipare oggi a Bergamo a questa importante iniziativa, denominata La Voce dei Fantasmi che vedrà partecipare danneggiati da vaccino, da uranio impoverito, amianto, sostanze chimiche, e agenti biologici, proprio per dare voce a una categoria che in Italia pare non dovere esistere, una categoria di fantasmi per l’appunto, che è quella dei danneggiati. Dai che è ora di risollevare la testa, uniti si può vincere.

 

Vaccini: Uniti per Difendere la Libertà di Scelta

Accade in Italia, a Milano, che un corteo di circa 380 persone sfili lungo piazza del Duomo sotto la pioggia battente, in nome della libertà di scelta, opponendosi all’obbligatorietà vaccinale a cui la classe politica italiana vuole sottoporre tutti i bambini previa iscrizione all’asilo nido.

Siamo noi di Riprendiamoci Il Pianeta insieme al Gruppo dei Genitori del No Obbligo Lombardia e a tante persone motivate e interessate, alla Manifestazione Nazionale per la Libertà di Scelta sui Vaccini – Milano, 6 Maggio 2017.

Nello stesso momento accade che altri gruppi, a Treviso e a Firenze, stiano manifestando per la stessa libertà di scelta. Accade che questo avvenga nella totale assenza – omertosa – della stampa e della televisione connazionale. Accade che al convegno organizzato le sale siano gremite da una folla di persone – un grazie ancora al dottor Dario Miedico, Federica Santi e al dottor Giuseppe De Matteis testimonianze preziose di chi è rimasto danneggiato dai vaccini, di chi li ha studiati e non è convinto dei vantaggi.

Accade invece che a Rimini, una tavola rotonda sul tema delle vaccinazioni, organizzata con largo anticipo, venga fatta saltare dal Comune ospitante “causa pressioni dall’alto”: accade la censura. Accade che vengano minacciati e radiati dall’albo i medici che sostengono “il ragionevole dubbio”, come il Dottor Gava, che non accettano l’etichetta “no vax”, ma che vogliono aprire un dibattito, fare chiarezze, che portano avanti studi, ricerche indipendenti su ciò che sono i vaccini, sugli effetti, sulla composizione, sulle pratiche e profilassi mediche alternative, ascoltando e accogliendo la casistica delle diverse situazioni e dei danni causati dalle vaccinazioni di massa.

Accade sempre in Italia che la Costituzione non venga più rispettata, come l’articolo 21 sulla libertà di pensiero e l’articolo 32 sulla libertà di cura, che le leggi vengano mistificate – la potestà del genitore comporta l’assunzione di doveri nei confronti dei propri figli… in poche parole: deve decidere il genitore per il figlio e non lo Stato… quindi?!?

Continua ad accadere che il governo svenda la salute e la sicurezza dei cittadini italiani alle lobby delle multinazionali per un piatto di quattrini… e chi mangerà?

E accade che il dottor Dario Miedico, uno dei più autorevoli dottori in ambito vaccinale, con 40 anni di esperienza alla spalle, debba presentarsi nuovamente all’Ordine dei medici, questo sarà il prossimo 20 maggio 2017 in via De Amicis 44 a Milano alle ore 9.15, dopo essere già stato convocato, per dare spiegazione della sua posizione professionale, del perché ritenga esistano svantaggi in una pratica indiscriminata e obbligatoria delle vaccinazioni, somministrate massicciamente ai bambini di pochi mesi. E’ un fatto che la democrazia non esista più: che l’arroganza e la paura vengano irrorate in ogni ambito delle nostra vita come uno spray anestetizzante, che ci vogliono togliere la libertà, che è responsabilità, scelta, esserci in prima linea, che ci obblighino a rinunciarvi.

Ma è chiaro che noi diciamo No! Perché la vita è il dono più grande e lo vogliamo onorare, facendocene carico, difendendola, assumendoci il rischio di essere vivi con tutta l’infinita bellezza e la scoperta di senso che ci aspetta.

E così, in questo momento così cupo, tante persone, nella varietà della propria esistenza si stanno riconoscendo unite. La luce negli occhi ci fa riconoscere.

Non abbiate paura ci esorta il Dottor Miedico, non esiste la paura ci dice Massimo Rodolfi.

E’ solo l’inizio di una nuova grande avventura. Informarsi, diventare consapevoli per poter compiere le nostre scelte, poterlo fare con il sostegno degli altri, confrontandosi liberamente nella ricerca del bene comune, è questa la via che stiamo tracciando. Andiamo avanti sempre più uniti, ci vogliono massa, diventiamo allora quella massa critica capace di ribaltare questo sistema malato e corrotto! E costruiamo un nuovo mondo.

Riprendiamoci Il Pianeta sarà presente il 20 maggio all’Ordine dei medici a fianco del Dottor Miedico. Per tutte le nostre future iniziative vi rimandiamo al nostro sito web.

Guarda il video del Convegno Nazionale per la Libertà di Scelta sui Vaccini – Milano, 6 Maggio 2017.

Commissione Salute di Riprendiamoci Il Pianeta http://riprendiamociilpianeta.it/presentazione-r-p-salute/