Decreto vaccini: né scienza né coscienza

Qualche giorno fa è stato approvato al Senato il famigerato decreto Lorenzin che introduce in Italia l’obbligo per dieci vaccini, pena l’esclusione dei bambini dai nidi e dalle scuole materne, o l’applicazione di sanzioni e discriminazioni nei confronti dei bambini non vaccinati frequentanti la scuola dell’obbligo.

Molte cose sono state dette in questi mesi al riguardo, e non ho di certo intenzione in queste righe di ripercorrerle tutte, quello che riesce ancora a stupirmi in realtà è l’uso sfrontato, da parte di chi ci governa, della menzogna e del terrorismo psicologico, resi possibili grazie all’asservimento totale del mezzi di informazione.

Se il provvedimento sui vaccini fosse stato motivato da scienza e coscienza, intanto non sarebbe stato emesso come decreto, visto che di sicuro non esistono motivazioni di urgenza, e visto anche, per l’appunto a proposito di menzogne, che non esistono epidemie in atto nel nostro paese. Ma la mobilitazione mediatica, con il coinvolgimento di quelli che dovremmo ritenere scienziati, è stata imponente, e di sicuro è riuscita a coinvolgere i meno informati.

Poi, proprio dal punto di vista scientifico, i vaccini sono imputati da molte ricerche, di essere inquinati da molte sostanze sicuramente tossiche, e dannose, soprattutto se inoculate in un neonato. Così come tantissime sono le segnalazioni da reazioni avverse da vaccini, contrariamente a quello che ci vogliono far credere mediaticamente, dicendoci che i vaccini sono sicuri. Semplicemente non è vero, e ce lo ricordano anche solo i dati dell’AIFA che citano migliaia di casi nel corso di soli due anni.

Con che coscienza ci si potrebbe accingere a costringere a vaccinare tutti i bambini italiani anche solo di fronte a queste migliaia di segnalazioni di reazioni avverse? Ah… dimenticavo lo si fa in nome dell’immunità di gregge, quella balla inventata da non si sa chi, visto che non esistono studi scientifici che convalidino la realtà di questa ‘teoria’. Però, sapete, noi siamo asini raglianti laureati su Facebook, come ci ricorda quel tale che ci vuole convincere a tutti i costi che i vaccini sono sicuri… per cui non abbiamo diritto di parola.

A me basterebbe anche solo il fatto che questo decreto di stampo fascista, e di sicuro effetto sugli incassi delle multinazionali, cozza grandemente contro i diritti garantiti dalla nostra Costituzione e da tutte le convenzioni internazionali là dove parlano di libertà di cura, ma purtroppo c’è anche il fatto che i vaccini, così come sono prodotti, sono in grado di minare seriamente la salute del neonato.

Ci sarebbe da chiedersi il perché, ma per fare questo sarebbe anche necessario avere una coscienza, e a me sembra che chi ci governa difetti un pochettino da questo punto di vista. Per quanto riguarda l’aspetto scienza invece, mi da l’idea che i nostri ministri, supponendo che siano in buona fede, si avvalgano di consulenti che giocano ancora col piccolo chimico, e inesorabilmente con la salute dei nostri bambini.

Né scienza né coscienza quindi in questo iniquo decreto, ma un’imposizione dittatoriale dalle finalità nemmeno tanto oscure in realtà, che vi lascio facilmente immaginare. E pensare che la Lorenzin, anche ieri in televisione, con fare sssssssuadente, gongolando per l’approvazione del decreto sui vaccini, si rivolgeva a coloro che secondo lei sono titubanti perché male informati, o con preconcetti ideologici, invitandoli a comprendere le ragioni della scienza.

Pensa un po’ te invece che io più mi informo scientificamente sulla composizione e la somministrazione dei vaccini, più divento diffidente… In ogni caso, noi di Riprendiamoci il Pianeta – Movimento di resistenza Umana, proprio per amore di scienza e coscienza, abbiamo creato un sito web dal nome vacciniliberascelta.it nel quale cerchiamo di dare tutte le informazioni utili relative ai vaccini.

In questa pagina abbiamo curato tutto quello che può servire al genitore che non vuole vaccinare il proprio figlio, e lo abbiamo messo a disposizione di tutti. Qui potrete trovare una sezione scientifica, una legale e una giornalistica, oltre ad un vero e proprio kit che descrive tutto il percorso da fare nei confronti delle istituzioni. Il sito è, e sarà sempre in aggiornamento, e qui potrete trovare anche i riferimenti per uno sportello telematico al quale rivolgersi per contattare un medico o un legale di nostra fiducia. Da vedere assolutamente.

Sempre noi di Riprendiamoci il Pianeta abbiamo realizzato tante manifestazioni ed incontri nel nome della libertà di scelta terapeutica, anche in materia di vaccini, e giovedì prossimo 27 luglio 2017 organizziamo a Firenze la nostra Fiaccolata Nazionale per la Libertà di Scelta Vaccinale, alla quale aderiscono e partecipano le seguenti associazioni:

CLIVA, Comitato per la Libertà di Scelta Vaccinale,  Genitori del NO Obbligo Toscana,  Genitori del NO Obbligo Emilia Romagna, LOV Liberi dall’Obbligo vaccinale, Medicina Democratica Firenze, Genitori Informati del Mugello, Aretè – Voce in Capitolo, Gruppo FB Per la Libertà di scelta sulle Vaccinazioni Pistoia e Provincia.

Dimostriamo una volta in più ai nostri inutili politicanti la volontà di un popolo consapevole! Fino a quando vorremo sopportare di essere governati da questi esseri dall’incerta umanità e privi di qualsiasi rispetto per la vita? Diamo un futuro sano ai nostri bambini per piacere!

Ah… dimenticavo, grazie Lorenzin, perché con questo decreto sui vaccini ci hai proprio fatto incazzare come non accadeva da decenni, e adesso riempiamo le piazze di continuo.

Che sia finalmente l’inizio della fine della vostra classe politica? E comunque sappi che, parafrasando un antico slogan, Las Multinacionales No Pasaràn!

 

Vaccini, migliaia in piazza, pubblicati i preoccupanti dati AIFA, ma dove sono i giornalisti?

Ieri 3 giugno 2017 sono scese in piazza migliaia e migliaia di persone in tantissime città italiane, per protestare contro il decreto ‘leggermente’ autoritario voluto dalla ministra Beatrice Lorenzin, che prevede l’obbligo per dodici vaccinazioni, pena l’esclusione dalle scuole di ogni ordine e grado. Nessun organo di stampa, o televisione, ha riportato l’avvenimento. Qualche giorno fa, dopo che il Codacons aveva presentato denuncia contro l’AIFA, sono stati pubblicati i dati sulle segnalazioni da reazioni avverse causate dai vaccini negli ultimi tre anni, dai quali si evince che le medesime sono oltre ventunomila, con centinaia di casi gravi, e cinque morti. Nessun organo di stampa, o televisione ha riportato la notizia.

Si capisce anche da queste cose perché l’Italia è al settantasettesimo posto nella classifica mondiale della libertà di stampa, perché forse non esiste. I media si sono schierati compatti nei mesi scorsi a sostegno delle tesi ufficiali sui vaccini, sul fatto che sono assolutamente sicuri, che è giusto renderli obbligatori, senza nemmeno citare ciò che la legge attuale prevederebbe in materia di sicurezza sui vaccini. Spesso poi sono stati organizzati veri e propri agguati mediatici in vari studi televisivi nei quali, con tecniche mediatiche pluri-collaudate, il malcapitato esponente di chi vorrebbe più sicurezza in materia di vaccini, è stato fatto passare come un povero deficiente.

La maggioranza di coloro che vengono definiti no-vax, in realtà non sono contro i vaccini, ma sono in primo luogo per la libertà di scelta terapeutica , cosa sacrosanta sancita dalla nostra Costituzione. Poi sono per il diritto allo studio, altra cosa sacrosanta sancita sempre dalla nostra Costituzione. Infine, chi è sceso in piazza ieri, vuole semplicemente vaccini sicuri, somministrati in maniera intelligente, quando veramente necessari, e non indiscriminatamente, come prevede il Decreto Legge che dovrebbe essere pubblicato a breve. E l’intelligenza nella somministrazione potrebbe risparmiare gran parte delle reazioni avverse segnalate anche dall’AIFA.

Il fatto poi che vengano radiati bravissimi medici solo perché suggeriscono cautele nella somministrazione dei vaccini, con motivazioni che fra l’altro devono ancora essere rese pubbliche a distanza di tempo, mentre criminali comprovati rimangano tranquillamente al loro posto, è una cosa che fa riflettere sull’andamento di questo nostro paese, nel quale sembra che chi ha attitudini criminali, in ogni settore della vita pubblica,  venga tutelato meglio di chi si comporta in maniera onesta e veritiera. Personalmente sono molto stanco della realtà che stiamo vivendo in Italia, grazie ad una classe politica, che oltre a fare solo i propri interessi, pare anche accanita contro il suo popolo, danneggiandolo in tutti i modi.

E come presidente dell’associazione Riprendiamoci il Pianeta – Movimento di Resistenza Umana sono oltremodo indignato da quello che sta accadendo nel nostro paese, da tanti punti di vista, ma in particolare da ciò a cui vogliono obbligarci in materia di vaccini, che di fatto fa un enorme regalo a quei ‘benefattori dell’umanità’ che sono le case farmaceutiche, o multinazionali del farmaco che dir si voglia. Per cui dichiaro che d’ora in poi scendiamo in lotta contro le modalità imposteci dal governo, e non ci fermeremo finché non avremo affermato completamente ragionevolezza, vera scienza ed umanità in campo vaccinale, e non solo.

Infatti a questo proposito, consapevoli dei nemmeno tanti velati intenti governativi di colpire in campo terapeutico tutto ciò che sfugge alle grinfie delle multinazionali, a partire dall’omeopatia, per continuare con tutto ciò che propone approcci terapeutici naturali, vogliamo proporre la costituzione di una Associazione per la Libera Scelta Terapeutica, che raccolga, medici, operatori olistici e tutti i cittadini che si riconoscono in questa volontà di libera scelta. L’intento è in primo luogo quello di offrire assistenza, anche legale, ai medici che stanno finendo nel mirino dell’Ordine dei Medici, che se fosse abolito con tutti gli altri ordini ci toglieremmo di torno degli inutili orpelli.

Poi vorremmo fornire assistenza concreta, anche legale, a tutti i genitori che si trovano ora nella necessità di essere tutelati di fronte alle antidemocratiche imposizioni governative, perché devono iscrivere i figli a scuola, e magari non vogliono vaccinarli. Infine vogliamo passare al contrattacco, nei confronti di un governo che pare non avere intenzione di rispettare alcune elementari norme di democrazia sancite dalla nostra Costituzione repubblicana, affermando fino in fondo la libertà di scelta terapeutica in ogni settore medico, anche se questo dovesse togliere, Dio non voglia, profitti alle multinazionali del farmaco.

Non ultimo, stiamo lavorando alla creazione di un archivio online per mettere a disposizione delle persone tutto il materiale utile, e necessario, per muoversi nel settore di cui stiamo parlando, oltre ad una specie di ‘sportello telematico’ della serie l’esperto risponde, per essere d’aiuto a tutti coloro che, sia in materia di vaccini, ma anche di scelta terapeutica, vogliono continuare ad esercitare liberamente i propri diritti.

Cominciamo intanto col partecipare oggi a Bergamo a questa importante iniziativa, denominata La Voce dei Fantasmi che vedrà partecipare danneggiati da vaccino, da uranio impoverito, amianto, sostanze chimiche, e agenti biologici, proprio per dare voce a una categoria che in Italia pare non dovere esistere, una categoria di fantasmi per l’appunto, che è quella dei danneggiati. Dai che è ora di risollevare la testa, uniti si può vincere.

 

Vaccini, Radiato si radiato no: avanti. Dopo il Dott. Gava chi sarà il prossimo?

E’ notizia di ieri del primo caso italiano di radiazione dall’Ordine dei Medici di Treviso  nei confronti del  Dott. Roberto Gava “per la sua presunta posizione anti-vaccini”. Il Codacons che si è schierato a favore del medico radiato ha deciso di denunciare l’Ordine dei Medici di Treviso chiedendo di aprire una indagine per le possibili fattispecie  di violenza privata e abuso d’ufficio, ma ha anche invitato i medici italiani contrari alla decisione dell’Ordine di Treviso a non lasciarsi intimorire e ad inviare una mail per manifestare la propria contrarietà a questa decisione. La  risposta della politica ovvero della Ministra della Sanità Beatrice Lorenzin appena riconfermata nel governo Gentiloni non poteva che essere a favore della decisione dellOrdine dei Medici di Treviso confermando che i vaccini sono assolutamente sicuri senza indicare nessun tipo di studio o indagini a conferma delle sue dichiarazioni.

La sensazione che suscita questo tipo di notizie è che sembra di essere davanti  alla rinascita di un nuovo Tribunale dell’Inquisizione che  oggi conierei con il nome di Ordine dei Medici che forse ha già pronto il prossimo passo cioè quello di bruciare vivi in piazza i medici che oseranno avanzare perplessità circa il tema delle vaccinazioni, così come si faceva durante il periodo dell’Inquisizione con i soggetti accusati di eresia, un vero e proprio  atto di censura di stampo medievale che fa temere per la libertà dei camici bianchi nel nostro paese.

Tutto ciò mi riporta  a quando da bambina la maestra delle elementari, per assentarsi qualche minuto dall’aula, affidava a qualcuno di noi l’ingrato compito di andare alla lavagna e scrivere i nomi dei buoni e dei cattivi. Ecco di seguito un bell’esempio di radiazione riassunto per sommi capi in questo modo:

 

NON VIENE RADIATO chi

-spacca le ossa ai pazienti per allenarsi. Dott. Norberto Confalonieri primario di ortopedia dell’ospedale Gaetano Pini di Milano 2017

-fa a gara con i colleghi a chi infila in vena la cannula più spessa. Alcuni medici e infermieri dell’Ospedale di Vicenza.2016

– opera pazienti sani per ricevere rimborsi. Dott. Brega Massone ex primario Clinica Santa Rita di Milano più altri 2015

– ammazza gli anziani con cocktail di farmaci. Dott.Leonardo Cazzaniga viceprimario anestesista e Laura Taroni infermiera del Pronto soccorso dell’ospedale di Saronno.2016

– somministra a bambini e neonati ormoni per intascare mazzette da chi li produce. Nel 1991 l’on. De Lorenzo allora responsabile del settore farmaceutico e  Duilio Poggiolini intascarono 600.000.000 di lire dall’azienda Glaxo-SmithKline unica produttrice del vaccino Eugerix B per rendere obbligatorio il vaccino per l’epatite B

– convincono ad adottare il latte artificiale invece di quello materno sempre dietro mazzette di chi lo produce. Nel 2014 18 pediatri tra cui 2 primari arrestati nelle regioni Toscana lombardia Marche e Liguria 

L’elenco sarebbe molto lungo e questo è solo esemplificativo di una lunga catena di corruzione e malasanità.

VIENE RADIATO  chi, stimato da tutti i suoi pazienti, suggerisce di valutare rischi e benefici di ogni vaccino e di fare una valutazione individuale della situazione clinica del bambino prima di sottoporlo a 9-10 vaccinazioni contemporanee per minimizzare la probabilità di reazioni avverse. Dott. Roberto Gava 22 aprile 2017

Chapeau non c’è che dire.

Vorrei  mandare un messaggio a tutti quei medici che forse hanno dimenticato la vera ragione della loro professione augurando loro  di poter ritrovare la propria umanità verso chi soffre e lo faccio semplicemente riportando queste parole scritte dal mio papà  nel 1941 quando era ancora uno studente di medicina  dell’università La Sapienza di Roma, una sorta di personale giuramento di Ippocrate:

“O Dio, riempi la mia anima di amore per l’arte e per tutte le creature.

Non permettere che la sete del guadagno e la ricerca della gloria mi facciano deviare nell’esercizio della mia arte, poichè i nemici della verità e dell’amore degli uomini potrebbero facilmente corrompermi ed allontanarmi dal nobile dovere di fare del bene ai figli tuoi.

Sostieni le forze del mio cuore perchè esso sia sempre pronto a servire il povero e il ricco, l’amico e il nemico, il buono e il cattivo.

Fa che io non veda che l’uomo in colui che soffre. 

Allontana da me l’idea che io possa tutto.

Dammi la forza, la volontà, l’occasione di aumentare sempre più le mie conoscenze. Io posso oggi scoprire nel mio sapere cose che ieri non supponevo, poichè l’arte è grande e lo spirito dell’uomo va sempre avanti”.

Vaccini, il dottor Gava, la Manifestazione Nazionale di Milano del 6 maggio 2017

video di Francesco Cesari

In materia di vaccini, e purtroppo non solo, il fascismo anticostituzionale avanza pericolosamente. Dietro al paravento di una supposta scienza, più ‘supposta’ che scienza, si stanno facendo spudoratamente gli interessi delle multinazionali del farmaco, prima ancora che quelli della salute degli italiani. Il dottor Roberto Gava è stato ieri l’altro radiato dall’Ordine dei Medici per le sue posizioni a favore della sicurezza in materia di vaccini. Tutti i mezzi di informazione nazionali hanno dato grande rilievo alla cosa, definendola come il primo medico no-vax radiato dall’Ordine, con la grande esultanza di tanti nostri politici, in primis la Lorenzin. Temo che la Turchia di Erdogan si stia avvicinando a passi da gigante…

Contemporaneamente, e chissà, forse in modo del tutto casuale (?), la Consulta di Stato ha respinto il ricorso presentato da alcuni genitori contro il provvedimento del comune di Trieste in materia di obbligo vaccinale per l’accesso alle scuole da 0 a 6 anni. Insomma, ormai si profila una imposizione totale in materia di vaccini, e fra poco faranno vaccinare anche me, ormai sessantaduenne contro il papilloma virus. A questo proposito scandalose anche le reazioni nei confronti della trasmissione Report, che ha anche solo tentato di fare un po’ di informazione su questo controverso vaccino. In nome di una scienza quanto mai ambigua, più che altro al servizio del potere, specialmente in questo caso, si sta limitando pesantemente, con concrete minacce al posto di lavoro, chiunque osi mettere in dubbio, e con ragione, i dogmi di fede statali. Gravissimo! E la cosa ancor più grave è che gran parte della popolazione italiana dorme, chattando col telefonino.

In uno dei paesi con la politica più corrotta del mondo, con una corruzione nel campo della sanità che secondo Transparency ci costa sei miliardi all’anno, dove i mezzi di informazione appartengono a pochissimi gruppi di potere collusi con la politica, e la libertà di stampa è al 77° posto al mondo secondo la classifica di Reporters sans Frontieres, che vede l’Italia dietro a paesi come il Lesotho, la Tanzania e il Senegal, ci viene chiesto di credere a tutti costoro che ci dicono che i vaccini sono sicuri. Non importa se da molte parti si alzano dubbi, non tanto sulla pratica vaccinale, ma proprio sulla loro sicurezza, sulla loro composizione, e sull’informazione, che non viene fatta per niente dal personale sanitario che dovrebbe tutelare la salute dei cittadini, in particolare dei bambini.

Bé, noi di Riprendiamoci il Pianeta – Movimento di Resistenza Umana qualche dubbio al proposito continuiamo ad averlo, e lo manifestiamo, e vogliamo discuterne, facendo informazione. Per questo abbiamo già organizzato una Manifestazione Nazionale per la Libertà di Scelta sui Vaccini a Modena il 1° aprile 2017, e ne stiamo organizzando un’altra a Milano per il 6 maggio 2017. Noi non siamo contro i vaccini a priori, siamo perché si faccia veramente chiarezza sulla loro composizione, sulle reazioni avverse possibili, sui danni da vaccino, e si faccia vera informazione alle famiglie, perché sappiano che cosa comporta veramente vaccinare i loro figli, ed in ultima analisi possano scegliere. Al di là di interessi politici, o economici delle multinazionali.

Noi stiamo col dottor Gava, (leggete qui il suo comunicato stampa) che da sempre si è battuto per queste cose, e NON CONTRO i vaccini, noi stiamo con la nostra Costituzione che garantisce la libertà di cura. E poi, dai gente… smettiamo di votarli questi politici, non vi sembra che abbiano già abbastanza rovinato questo martoriato paese?

Dulcis in fundo, guardate che cosa diceva Grillo giusto dieci anni fa sui vaccini, fate vobis…

 

 

Vaccini, la Lorenzin vuole impedire la libertà in tutta Europa

Beatrice Lorenzin, ovviamente niente a che vedere con la creatura angelica declamata da Dante nella sua Divina Commedia. Questo invece, è un personaggio della tragedia che si sta verificando in Italia, in Europa e nel mondo, e invece che col paradiso, ha a che fare con i vaccini. Questa liceale classica, che è divenuta massima custode della salute di tutti gli italiani, bisogna dire che è veramente incazzata con chiunque metta in discussione i vaccini così come oggi sono concepiti.

Già è riuscita a proibire la proiezione del film inchiesta Vaxxed: From Cover Up to Catastrophe (guardatelo, ne vale veramente la pena) all’interno del Parlamento italiano, è ora riuscita ad impedire che venisse proiettato all’interno del Parlamento europeo. Ma chi difende veramente la Lorenzin? Siamo sicuri che sia solo preoccupata della salute dei nostri bambini? Io sinceramente qualche dubbio ce l’ho, anche perché il dato di fondo è che centinaia di milioni di euro finiranno nelle tasche delle multinazionali del farmaco, grazie all’obbligatorietà dei vaccini, adottata dal nostro governo per i nidi e le materne. Obbligo che vorrebbero estendere a tutte le scuole di ogni ordine e grado. Sì dai, vacciniamoci tutti sempre e comunque! Personalmente, ritengo che siamo davanti a un colpo di stato del fascismo sanitario.

Intanto bisognerebbe partire dal rispetto dell’articolo 32 della Costituzione, che garantisce la libertà di cura, ma visto che questi riciclati di governo hanno dimostrato di fregarsene alla grande della Costituzione italiana, dobbiamo stare ancora più attenti, perché questi stanno instaurando una vera e propria dittatura, nella quale il popolo, che già conta come il due di coppe quando vale bastoni, non potrà decidere proprio più niente.

Però vi dò un suggerimento, cari politicanti all’arrembaggio, state in campana anche voi, perché avete davanti il Drago che dorme, e lo ha dimostrato il referendum costituzionale, nel quale avete preso una sberla, che ancora è poco, ma che potrebbe farvi riflettere. Infatti, col vostro tentativo di stringere ancora di più il vostro dominio, avete risvegliato, seppur per poco tempo, il Drago che rappresenta il popolo italiano, che proprio stupido del tutto, come avete visto, non è.

Occhio quindi, che se ci svegliamo, e sarebbe l’ora, potreste finalmente andare a svolgere lavori socialmente utili, invece di devastare l’Italia. Il problema è che ancora nessuno, e ribadisco nessuno, nel nostro paese è in grado di coalizzare l’enorme disagio che gran parte della popolazione prova ormai da tantissimi anni. Non ci sono programmi veri,  in nessun partito o movimento, in grado di modificare strutturalmente questo sistema nella mani di quel Nuovo Ordine Mondiale, amministrato da occulte Massonerie, vera feccia del pianeta, che fa della guerra, della malattia e della distruzione, la propria ragione di essere e di guadagno.

Noi di Riprendiamoci il Pianeta – Movimento di Resistenza Umana se non altro ci riconosciamo in un programma che ha come cardine il rispetto per la vita al di sopra di ogni altra cosa, che non mi è sembrato di vedere nel programma di nessun partito o movimento, ammesso poi che un programma ce l’abbiano… ed è per questo che ci schieriamo a favore della libertà di scelta di cura, in genere, ed in particolare per i vaccini.

L’arroganza del potere, che impone vaccini a tutti, ripeto, oltre a fare l’interesse di multinazionali che non si sono mai distinte per la loro umanità, ma piuttosto per la ricerca del profitto, si fonda su tutto tranne che la scienza, che tanto viene sventolata, ma che non viene mai mostrata, dando per scontato che la scienza sono ‘loro’. Ma io intanto dubito di questa ‘scienza’ perché, nella sanità italiana e mondiale, ha dato troppi esempi di corruzione.

Poi basterebbe che la Lorenzin rispondesse, non a tutte le domande, che potrebbero essere tantissime, ma solo ad alcune, come per esempio:

1. Dove sono le sperimentazioni e le analisi compiute sui vaccini dalle case produttrici?

2. Perché il Ministero della Sanità, di fronte alle segnalazioni di tante ricerche indipendenti, invece di finanziare analisi autonome, si fida ciecamente di quanto semplicemente affermato dalla farmaceutiche, e scredita tutto il resto come bufala?

3. Le uniche analisi serie sui vaccini in Italia sono quelle condotte dal dottor Montanari e dalla dottoressa Gatti, pubblicate recentemente nell’articolo New Quality-Control Investigations on Vaccines: Micro- and Nanocontamination che sono a dir poco inquietanti, perché dimostrano che le decine di vaccini analizzati risultano tutti contaminati da nanoparticelle di metallo. Lorenzin, cosa vogliamo dire al riguardo? Tutta salute? Sono sicuri i vaccini?

4. Cosa ci fanno nei vaccini adiuvanti come alluminio, mercurio, squalene, ed altri, considerati fra le sostanze più tossiche al mondo? Dobbiamo veramente iniettarle nel corpicino di un neonato?

5. Questa non è una domanda, ma un’affermazione, ma smettetela con sta balla dell’immunità di gregge, non sta in piedi da nessuna parte, e vi serve solo a spaventare la gente, per convincerla a vaccinarsi. E di che gregge stiamo parlando? Quello che garantisce i profitti a Big Pharma?

Ecco ministro, ci dia qualche risposta, e magari dopo ci calmeremo, ma anche dopo, vorremo continuare a poter decidere che cosa fare della salute dei nostri figli, senza che nessun politicante ci venga a dire che dobbiamo per forza fare qualcosa di cui lui, o lei, sia convinto. Senza che nessuno vieti la libertà di informazione, che è sempre più limitata in questo paese, messo peggio che il cosiddetto terzo mondo.

Nel frattempo cara Lorenzin, non stiamo tranquilli, no no, e il 21 marzo 2017 verremo a trovarla a Roma davanti al Parlamento, e vedrà che saremo in tanti, nella manifestazione per la libertà di scelta vaccinale organizzata dal Comilva ma che vedrà la partecipazione di tante altre associazioni e comitati. Poi il 1° aprile 2017, le organizzeremo un bel pescetto a Modena, dove noi di Riprendiamoci il Pianeta faremo un’altra manifestazione, che terminerà con un bel dibattito pubblico informativo sulla scelta vaccinale.

Come si diceva nella mia gioventù, non è che l’inizio la lotta continua, forse il Drago si sta risvegliando…

 

Vaccini… colpo di stato del fascismo sanitario!

syringe-435809_640

Che l’Italia sia soggetta ad una deriva autoritaria che sta minando le più elementari norme di democrazia, per quanto illusoria, non è una novità. Ora il novello fascismo si sta manifestando pienamente in campo sanitario, con le imposizioni riguardanti i vaccini. L’accordo raggiunto ieri tra Stato e Regioni, per rendere obbligatori i vaccini pena il non accesso al nido e alla scuola materna, è il culmine, almeno per ora, di questo comportamento dittatoriale.

È bastata un po’ di campagna mediatica che diffondesse il panico per inesistenti epidemie, da parte dei media asserviti, da sempre, a questo regime, ed ecco che la maggioranza dei cittadini si sono ulteriormente convinti della bontà di tutti i vaccini. Cosa questa in realtà abbastanza discutibile, visto quello che hanno rivelato diverse ricerche indipendenti. Ovviamente, media e governo, non fanno altro che tentare di screditare i risultati di queste ricerche, senza prendere minimamente in considerazione, in maniera scientifica, dati veramente preoccupanti.

Ecco quindi che, ignorando completamente ogni possibile e ragionevole precauzione, siamo arrivati infine all’obbligo, pena l’esclusione dal nido e dalla scuola materna. Però le nanoparticelle di metalli continuano ad essere presenti nei vaccini, come hanno dimostrato le ricerche del dottor Montanari di Modena. E comunque rimane ancora un mistero perché nei vaccini debbano essere contenute, come adiuvanti, sostanze neurotossiche. E di sicuro le multinazionali del farmaco non mostrano nessuna seria sperimentazione da loro compiuta sui vaccini, che ci garantiscano la loro innocuità.

Così come rimane del tutto ipotetica la teoria dell’immunità di gregge, visto che fra l’altro, la copertura di un dato vaccino, per la malattia dalla quale dovrebbe immunizzare, è del tutto aleatoria, quando non del tutto inefficace. Però, oltre che obbligatori, i vaccini, in gran parte, sono diventati anche gratuiti. Gratuiti si fa per dire, visto che concretamente, non li paga la ministra Lorenzin, ma ce li scuciono dritti dritti dalle nostre tasche, e sono centinaia di milioni…

Io, per esempio, vorrei non pagarli, perché sono convinto che l’unico effetto benefico di questo fascismo sanitario, sia per le casse delle multinazionali del farmaco, la cosiddetta Big Pharma, che in questo modo, senza fornire nessun tipo di garanzia sui prodotti che ci rifilano, si incassano, senza colpo ferire, tranne i nostri, fior fior di quattrini.  E sai che cosa gliene può fregare al nostro bel governo della nostra salute? Io, così, per principio, conoscendo qualcosa della nostra classe politica, indagherei sui rapporti multinazionali-governo. Perché sono malfidente… posso solo ipotizzare…

Però il dato di fatto è che il governo usa i nostro soldi, per finanziare acquisti multimilionari da multinazionali alle quali, altrettanto, più che la nostra salute, interessa il nostro essere malati. Non ce n’è abbastanza per avanzare qualche dubbio? certo che no, la scienza prima di tutto, e la salute dei nostri bambini, ovviamente! Al punto che ogni dissenso deve essere punito, e già prevedono sanzioni contro i medici che avanzano qualche dubbio sulla validità di tutti questi vaccini, vuoi perché fatti tutti insieme, vuoi per le sostanze che contengono, vuoi per gli interessi che ci stanno dietro.

Quindi, invece di controllare che le multinazionali ci diano certificazioni sicure sui vaccini, puniamo i medici che, basandosi proprio sulla scienza, non quella vantata, o auto proclamata, ma quella dei laboratori, avanzano dei dubbi. Ma dove sono le analisi condotte dal Ministero della Sanità? Dove quelle delle multinazionali? Non si può ribattere semplicemente ‘la scienza siamo noi’ perché è ormai tramontata l’epoca del Re Sole, che affermava di essere lui lo Stato.

Ed è finita anche l’epoca di Mussolini, che ci ordinava di ‘Credere, Obbedire e Combattere’, senza contare che avremmo l’articolo 32 della nostra bella Costituzione Repubblicana che recita: La Repubblica tutela la salute come fondamentale diritto dell’individuo e interesse della collettività, e garantisce cure gratuite agli indigenti. Nessuno può essere obbligato a un determinato trattamento sanitario se non per disposizione di legge. La legge non può in nessun caso violare i limiti imposti dal rispetto della persona umana. E io voglio essere rispettato, e voglio che i bambini siano rispettati, e voglio garanzie su quello che viene iniettato nei loro piccoli corpicini! Non mi bastano le affermazioni di dubbia validità di chi si trincera dietro l’arroganza del proprio potere!

Eppure, è notizia di questi giorni che, per esempio, il dottor Miedico, è stato richiamato dall’Ordine dei Medici, per le sue posizioni prese, non tanto contro i vaccini in sé, quanto piuttosto per la libertà di scelta. Ma ci sembra un paese civile questo? La mia solidarietà va a tutti coloro che si sono battuti e si batteranno per la libertà di scelta, soprattutto, nel campo della salute. Credetemi, o voi che pensate di poter disporre delle nostre vite come meglio aggrada ai vostri meschini tornaconti, come si diceva tanto tempo fa, Ce n’est qu’un début, continuons le combat! Non è che l’inizio, la lotta continua, e continueremo finché non avremo affermato definitivamente la dignità della persona umana, alla faccia dei potenti che governano la Terra, che ormai di umano hanno ben poco. C’è ancora qualcuno invece, che umano vuole rimanere, ed è il tempo ora di dimostrarlo.

 

Vaccini… la Firenze di Renzi… la censura… prove di fascismo

german-1015396_640 syringe-957260_1280

Ormai in questo paese si susseguono cose gravissime, che stanno eliminando, nemmeno piano piano, la democrazia, casomai ci fosse mai stata. E tutto questo sta avvenendo, fondamentalmente perché quasi nessuno dice più niente, quasi nessuno protesta, ma soprattutto perché l’arroganza e la violenza del potere si permettono qualunque cosa.

Ma si sa, guai a contrastare le ‘riforme’ del governo Renzi, se ti va bene sei un ‘gufo’… non vorrai mica essere contro il progresso, contro coloro che, pionieri del nuovo, stanno facendo ripartire l’Italia. In realtà, nel giro di pochi mesi, questi moderni riformatori, hanno fatto un falò con cent’anni di movimento operaio, e di diritti conquistati, con la democrazia parlamentare, ed impongono ormai in ogni campo, a partire da quello dell’informazione, i diktat governativi. Mussolini, secondo me, paragonato a questi emissari delle multinazionali, della Massoneria e del Nuovo Ordine Mondiale, era un dilettante, affetto da provincialismo.

Particolarmente violenta di questi tempi, la campagna di ‘normalizzazione’ nel campo dei vaccini pediatrici, ma anche dei vaccini in generale. Forti di una scienza, che viene spacciata per oggettiva, mentre spesso non è che al servizio degli interessi delle multinazionali farmaceutiche, gridando al pericolo di contaminazione di massa, si sta correndo verso l’obbligatorietà delle vaccinazioni di ogni ordine e grado. Mi sa che fra poco ci toccherà vaccinarci anche contro i foruncoli… visto mai… alla faccia della libertà di cura garantita dalla Costituzione, quel pezzo di carta straccia ormai inutilizzabile, grazie ai nostri ‘riformatori’, fautori del progresso.

A noi di Riprendiamoci il Pianeta, ci dice male, perché trattiamo argomenti un po’ scomodi, come i vaccini, le scie chimiche, gli OGM, oltre a tutto ciò che danneggia la vita, e siamo abituati ad avere contro tutti i mezzi di informazione, che più di una volta si sono scagliati contro di noi, ma a volte, il potere, nella sua ignoranza e prevaricazione, si ammanta veramente di ridicolo. Peccato che questo ridicolo odori di fascismo, ma pazienza, noi continueremo finché avremo uno spazio, a criticare e combattere, pacificamente, chi sta annichilendo la vita e la libertà nel nostro paese.

L’ultima che ci hanno fatto è accaduta nella Firenze del nostro rivoluzionario di sinistra premier, Matteo Renzi, là dove, evidentemente, meglio attecchiscono le sue modalità.

I fatti. Già a settembre 2015, i membri toscani di Riprendiamoci il Pianeta – Movimento di Resistenza Umana, l’associazione di cui mi onoro di essere presidente, fecero domanda di una sala alla biblioteca comunale dell’Isolotto, a Firenze, per tenere una conferenza dal titolo Vaccinazioni pediatriche: per una scelta consapevole.

Come si suole dire, problemi zero, ampia disponibilità da parte del personale, che insistette per far mettere anche il logo della biblioteca sui nostri volantini e sulle nostre locandine, offrendosi addirittura di stampare loro il materiale pubblicitario. Offerta rifiutata solo per motivi di celerità, e via che si procede. Data fissata, sabato 7 novembre 2015, relatrice la dottoressa Simona Mezzera, medico omeopatico.

Ecco invece, dopo tanta collaborazione, diciamo da parte delle persone che lavorano in biblioteca, ieri, martedì 3 novembre 2015, quando ormai tutto era pronto, che arriva questa laconica comunicazione: Si comunica che l’incontro su “Vaccinazioni pediatriche: per una scelta consapevole” previsto sabato 7 novembre 2015 alle ore 10.30 presso BiblioteCaNova Isolotto, e’ stato ANNULLATO. Saranno al più presto comunicate nuove date per dibattiti sul tema.

Ovviamente, i nostri referenti di zona, increduli, hanno contattato subito i responsabili della biblioteca, ma con fumose argomentazioni viene loro risposto che l’evento è stato annullato perché non ci sarebbe stato sufficiente contraddittorio, essendoci solo un oratrice, non favorevole alle vaccinazioni.

Perché, a settembre non si sapeva questa cosa? In seguito all’insistenza dei nostri, sfugge una frase a mezza bocca, che riporta il fatto che ci sarebbero state pressioni dall’alto, da parte di non si sa che assessore alla sanità, se comunale o regionale. Sarà stato un fantasma? O il solito politico sempre pronto ad assumersi coraggiosamente le proprie responsabilità? L’ombra di Renzi, e della Lorenzin si allunga su di una Toscana governata dal rivoluzionarissimo PD!

Bè gente, questa si chiama censura http://riprendiamociilpianeta.it/portfolio/censura-riprendiamoci-la-liberta-di-coscienza/non so voi come la vediate, ma siamo messi veramente male. Ripeto che non è la prima volta che ci accade, che eroici amministratori, allineati ai diktat governativi, censurino le nostre iniziative, ma a me viene da pensare che anche Benito Mussolini, in realtà cominciò più o meno così.

Certo, qui è molto più evidente il doppio petto, che non il manganello, ma forse solo perché ce n’è meno bisogno. Forse la gente nel 1921, non era ancora così rincoglionita come noi oggi, e capiva ancora bene dove il potere voleva fotterla nei propri interessi.

Ma d’altronde, questi bei governi degli ultimi anni, ci hanno ben dimostrato, che all’occorrenza sanno anche usare i manganelli, per ricondurre verso un luminoso futuro di riforme, le voci dissidenti di questo paese.

Va bè, cosa volete che vi dica, alla faccia della democrazia, noi ci siamo già organizzati per tenere comunque la censurata conferenza http://riprendiamociilpianeta.it/firenze-7-novembre-2015-vaccinazioni-pediatriche-per-una-scelta-consapevole/ e vi invitiamo tutti quanti a partecipare in massa.

Stiamo anche valutando la forma di protesta da attuare contro questo grave atto anti-democratico, perché non se ne può proprio più, questi prepotenti vanno fermati, dobbiamo veramente riprenderci il diritto di decidere delle nostre vite, quanto meno quello di poterne discutere. Non è che vorremmo tentare un bel risveglio collettivo, per instaurare una vera democrazia in questo paese? O vogliamo lasciarlo andare alla deriva così, nelle mani di questi politici dei nostri tempi, dei quali le cronache ci hanno sufficientemente mostrato le capacità ed intenzioni?

 

Schermata 2015-11-04 alle 17.45.14

Fonte immagine di copertina:

https://commons.wikimedia.org/wiki/Benito_Mussolini – /media/File:Benito_Mussolini_and_Adolf_Hitler.jpg