Vaccini, migliaia in piazza, pubblicati i preoccupanti dati AIFA, ma dove sono i giornalisti?

Ieri 3 giugno 2017 sono scese in piazza migliaia e migliaia di persone in tantissime città italiane, per protestare contro il decreto ‘leggermente’ autoritario voluto dalla ministra Beatrice Lorenzin, che prevede l’obbligo per dodici vaccinazioni, pena l’esclusione dalle scuole di ogni ordine e grado. Nessun organo di stampa, o televisione, ha riportato l’avvenimento. Qualche giorno fa, dopo che il Codacons aveva presentato denuncia contro l’AIFA, sono stati pubblicati i dati sulle segnalazioni da reazioni avverse causate dai vaccini negli ultimi tre anni, dai quali si evince che le medesime sono oltre ventunomila, con centinaia di casi gravi, e cinque morti. Nessun organo di stampa, o televisione ha riportato la notizia.

Si capisce anche da queste cose perché l’Italia è al settantasettesimo posto nella classifica mondiale della libertà di stampa, perché forse non esiste. I media si sono schierati compatti nei mesi scorsi a sostegno delle tesi ufficiali sui vaccini, sul fatto che sono assolutamente sicuri, che è giusto renderli obbligatori, senza nemmeno citare ciò che la legge attuale prevederebbe in materia di sicurezza sui vaccini. Spesso poi sono stati organizzati veri e propri agguati mediatici in vari studi televisivi nei quali, con tecniche mediatiche pluri-collaudate, il malcapitato esponente di chi vorrebbe più sicurezza in materia di vaccini, è stato fatto passare come un povero deficiente.

La maggioranza di coloro che vengono definiti no-vax, in realtà non sono contro i vaccini, ma sono in primo luogo per la libertà di scelta terapeutica , cosa sacrosanta sancita dalla nostra Costituzione. Poi sono per il diritto allo studio, altra cosa sacrosanta sancita sempre dalla nostra Costituzione. Infine, chi è sceso in piazza ieri, vuole semplicemente vaccini sicuri, somministrati in maniera intelligente, quando veramente necessari, e non indiscriminatamente, come prevede il Decreto Legge che dovrebbe essere pubblicato a breve. E l’intelligenza nella somministrazione potrebbe risparmiare gran parte delle reazioni avverse segnalate anche dall’AIFA.

Il fatto poi che vengano radiati bravissimi medici solo perché suggeriscono cautele nella somministrazione dei vaccini, con motivazioni che fra l’altro devono ancora essere rese pubbliche a distanza di tempo, mentre criminali comprovati rimangano tranquillamente al loro posto, è una cosa che fa riflettere sull’andamento di questo nostro paese, nel quale sembra che chi ha attitudini criminali, in ogni settore della vita pubblica,  venga tutelato meglio di chi si comporta in maniera onesta e veritiera. Personalmente sono molto stanco della realtà che stiamo vivendo in Italia, grazie ad una classe politica, che oltre a fare solo i propri interessi, pare anche accanita contro il suo popolo, danneggiandolo in tutti i modi.

E come presidente dell’associazione Riprendiamoci il Pianeta – Movimento di Resistenza Umana sono oltremodo indignato da quello che sta accadendo nel nostro paese, da tanti punti di vista, ma in particolare da ciò a cui vogliono obbligarci in materia di vaccini, che di fatto fa un enorme regalo a quei ‘benefattori dell’umanità’ che sono le case farmaceutiche, o multinazionali del farmaco che dir si voglia. Per cui dichiaro che d’ora in poi scendiamo in lotta contro le modalità imposteci dal governo, e non ci fermeremo finché non avremo affermato completamente ragionevolezza, vera scienza ed umanità in campo vaccinale, e non solo.

Infatti a questo proposito, consapevoli dei nemmeno tanti velati intenti governativi di colpire in campo terapeutico tutto ciò che sfugge alle grinfie delle multinazionali, a partire dall’omeopatia, per continuare con tutto ciò che propone approcci terapeutici naturali, vogliamo proporre la costituzione di una Associazione per la Libera Scelta Terapeutica, che raccolga, medici, operatori olistici e tutti i cittadini che si riconoscono in questa volontà di libera scelta. L’intento è in primo luogo quello di offrire assistenza, anche legale, ai medici che stanno finendo nel mirino dell’Ordine dei Medici, che se fosse abolito con tutti gli altri ordini ci toglieremmo di torno degli inutili orpelli.

Poi vorremmo fornire assistenza concreta, anche legale, a tutti i genitori che si trovano ora nella necessità di essere tutelati di fronte alle antidemocratiche imposizioni governative, perché devono iscrivere i figli a scuola, e magari non vogliono vaccinarli. Infine vogliamo passare al contrattacco, nei confronti di un governo che pare non avere intenzione di rispettare alcune elementari norme di democrazia sancite dalla nostra Costituzione repubblicana, affermando fino in fondo la libertà di scelta terapeutica in ogni settore medico, anche se questo dovesse togliere, Dio non voglia, profitti alle multinazionali del farmaco.

Non ultimo, stiamo lavorando alla creazione di un archivio online per mettere a disposizione delle persone tutto il materiale utile, e necessario, per muoversi nel settore di cui stiamo parlando, oltre ad una specie di ‘sportello telematico’ della serie l’esperto risponde, per essere d’aiuto a tutti coloro che, sia in materia di vaccini, ma anche di scelta terapeutica, vogliono continuare ad esercitare liberamente i propri diritti.

Cominciamo intanto col partecipare oggi a Bergamo a questa importante iniziativa, denominata La Voce dei Fantasmi che vedrà partecipare danneggiati da vaccino, da uranio impoverito, amianto, sostanze chimiche, e agenti biologici, proprio per dare voce a una categoria che in Italia pare non dovere esistere, una categoria di fantasmi per l’appunto, che è quella dei danneggiati. Dai che è ora di risollevare la testa, uniti si può vincere.

 

Vaccini, Manifestazione Nazionale di Riprendiamoci il Pianeta a Modena 1° aprile 2017

C’era una volta l’articolo 32 della Costituzione… e adesso non c’è più!

La Repubblica tutela la salute come fondamentale diritto dell’individuo e interesse della collettività, e garantisce cure gratuite agli indigenti. Nessuno può essere obbligato a un determinato trattamento sanitario se non per disposizione di legge. A parte tanti altri casi che potrebbero essere citati, di sicuro questo articolo non esiste più, perlomeno nella mente dei nostri governanti, e nello specifico, in quella dei dirigenti del Partito cosiddetto Democratico.

Pare che la materia ‘vaccini’ sia riuscita a sconvolgere l’assetto democratico di questo nostro bel paese. Il partito che fu di Gramsci, Togliatti, Longo e Berlinguer, come recitava uno slogan della mia giovinezza, nato a Livorno nel 1921 per difendere le condizioni di vita delle classi popolari, è ora quello che maggiormente si sta accanendo contro quel poco di diritti che cento e passa anni di lotte popolari erano riusciti a strappare ad un sistema, che dire scarsamente democratico è un eufemismo.

Gli venisse mai un poco di vergogna… ma non credo proprio, perché questi hanno la faccia come il carburo, e stanno riuscendo a trasformare la menzogna in verità e la verità in menzogna, o bufala, come si preferisce dire al giorno d’oggi. Ecco quindi che tutta la popolazione italiana, da qui agli anni a venire, dovrà essere punzecchiata a dovere, anzi soggetta a vaccini, scusate, per il bene supremo della nostra salute. O magari di quello dei profitti delle multinazionali? Poco importa, l’importante è obbedire.

E allora, tu popolano ignorante, che non sei mica tanto scienziato, come quelli che ci governano, devi obbedire, punto e basta. Non importa se ti viene qualche dubbio sui vaccini, se magari risulta che vengono usate sostanze tossiche nella loro composizione. Non importa se le multinazionali del farmaco non sono tenute a certificare in nessun modo la qualità dei loro prodotti. Non importa se qualche scienziato un po’ troppo zelante ha analizzato decine e decine di questi vaccini trovandoli TUTTI contaminati da nanoparticelle di metalli, che possono produrre gravi danni alla nostra salute.

Non importa se si registrano sempre più reazioni avverse alla pratica dei vaccini, e se l’autismo, in tutto il mondo ‘vaccinato’ è in crescita esponenziale, sono ovviamente dati falsificati da qualche complottista ‘bufalaro’. Mah… gli venisse mai qualche dubbio ai nostri democratici governanti, che ci vogliono così bene da pretendere per noi l’immunità di gregge, ma invece no! Tranquilli, non ci sono problemi, i vaccini fanno bene! Ma chi lo dice? La scienza… e la scienza siamo… loro! Per cui non importa se tu hai dei dubbi, loro ti obbligano a non averli, altrimenti tuo figlio non può andare alla scuola materna o al nido. Tanto per garantire il diritto all’educazione nel nostro paese, oltre a quello della libertà di cura.

Bé, a noi di Riprendiamoci il Pianeta – Movimento di resistenza Umana, e mi sa anche a tanti altri, qualche dubbio ci è venuto, e vorremmo semplicemente vederci chiaro. Pensate che bella cosa sarebbe se lo stato, invece di obbligarti a fare gli interessi delle multinazionali, spendesse due lire, ma proprio due, nel fare qualche ricerchina per verificare se questi benedetti vaccini sono proprio così sicuri, e se fanno veramente quello che dicono di fare, visto che in tanti esprimono opinioni diverse, suffragate anche da dati scientifici. Ma no… questi dati sono bufale, mentre i dati delle multinazionali non li vediamo.

Noi però non accettiamo questa illogica logica dell’arroganza e della prepotenza, e il 1° aprile scendiamo in piazza, a Modena, dove sfileremo per le vie del centro, per poi confluire in un teatro dove terremo un convegno per approfondire la discussione sulla realtà dei vaccini. In definitiva noi vogliamo sostenere la libertà di scelta vaccinale, e stimolare le istituzioni verso un comportamento veramente scientifico, e non solo vantato a parole, come quello a cui purtroppo stiamo assistendo da troppo tempo. Insomma se le persone vogliono vaccinare i loro bambini che lo facciamo, ma che possano avere la garanzia che quello che stanno inoculando ai loro piccoli è veramente innocuo e sicuro.

Se sei per garantire questa libertà di scelta, e questa serietà scientifica, unisciti a noi il 1° aprile a Modena, e avrai modo di sentire ragionamenti e dati che di sicuro non sentirai in televisione, e non leggerai sui giornali. Di seguito il link utile ad avere tutte le informazioni su questa giornata:

Manifestazione Nazionale per la Libertà di Scelta sui Vaccini, Modena 1° aprile 2017

 

Vaccini, la Lorenzin vuole impedire la libertà in tutta Europa

Beatrice Lorenzin, ovviamente niente a che vedere con la creatura angelica declamata da Dante nella sua Divina Commedia. Questo invece, è un personaggio della tragedia che si sta verificando in Italia, in Europa e nel mondo, e invece che col paradiso, ha a che fare con i vaccini. Questa liceale classica, che è divenuta massima custode della salute di tutti gli italiani, bisogna dire che è veramente incazzata con chiunque metta in discussione i vaccini così come oggi sono concepiti.

Già è riuscita a proibire la proiezione del film inchiesta Vaxxed: From Cover Up to Catastrophe (guardatelo, ne vale veramente la pena) all’interno del Parlamento italiano, è ora riuscita ad impedire che venisse proiettato all’interno del Parlamento europeo. Ma chi difende veramente la Lorenzin? Siamo sicuri che sia solo preoccupata della salute dei nostri bambini? Io sinceramente qualche dubbio ce l’ho, anche perché il dato di fondo è che centinaia di milioni di euro finiranno nelle tasche delle multinazionali del farmaco, grazie all’obbligatorietà dei vaccini, adottata dal nostro governo per i nidi e le materne. Obbligo che vorrebbero estendere a tutte le scuole di ogni ordine e grado. Sì dai, vacciniamoci tutti sempre e comunque! Personalmente, ritengo che siamo davanti a un colpo di stato del fascismo sanitario.

Intanto bisognerebbe partire dal rispetto dell’articolo 32 della Costituzione, che garantisce la libertà di cura, ma visto che questi riciclati di governo hanno dimostrato di fregarsene alla grande della Costituzione italiana, dobbiamo stare ancora più attenti, perché questi stanno instaurando una vera e propria dittatura, nella quale il popolo, che già conta come il due di coppe quando vale bastoni, non potrà decidere proprio più niente.

Però vi dò un suggerimento, cari politicanti all’arrembaggio, state in campana anche voi, perché avete davanti il Drago che dorme, e lo ha dimostrato il referendum costituzionale, nel quale avete preso una sberla, che ancora è poco, ma che potrebbe farvi riflettere. Infatti, col vostro tentativo di stringere ancora di più il vostro dominio, avete risvegliato, seppur per poco tempo, il Drago che rappresenta il popolo italiano, che proprio stupido del tutto, come avete visto, non è.

Occhio quindi, che se ci svegliamo, e sarebbe l’ora, potreste finalmente andare a svolgere lavori socialmente utili, invece di devastare l’Italia. Il problema è che ancora nessuno, e ribadisco nessuno, nel nostro paese è in grado di coalizzare l’enorme disagio che gran parte della popolazione prova ormai da tantissimi anni. Non ci sono programmi veri,  in nessun partito o movimento, in grado di modificare strutturalmente questo sistema nella mani di quel Nuovo Ordine Mondiale, amministrato da occulte Massonerie, vera feccia del pianeta, che fa della guerra, della malattia e della distruzione, la propria ragione di essere e di guadagno.

Noi di Riprendiamoci il Pianeta – Movimento di Resistenza Umana se non altro ci riconosciamo in un programma che ha come cardine il rispetto per la vita al di sopra di ogni altra cosa, che non mi è sembrato di vedere nel programma di nessun partito o movimento, ammesso poi che un programma ce l’abbiano… ed è per questo che ci schieriamo a favore della libertà di scelta di cura, in genere, ed in particolare per i vaccini.

L’arroganza del potere, che impone vaccini a tutti, ripeto, oltre a fare l’interesse di multinazionali che non si sono mai distinte per la loro umanità, ma piuttosto per la ricerca del profitto, si fonda su tutto tranne che la scienza, che tanto viene sventolata, ma che non viene mai mostrata, dando per scontato che la scienza sono ‘loro’. Ma io intanto dubito di questa ‘scienza’ perché, nella sanità italiana e mondiale, ha dato troppi esempi di corruzione.

Poi basterebbe che la Lorenzin rispondesse, non a tutte le domande, che potrebbero essere tantissime, ma solo ad alcune, come per esempio:

1. Dove sono le sperimentazioni e le analisi compiute sui vaccini dalle case produttrici?

2. Perché il Ministero della Sanità, di fronte alle segnalazioni di tante ricerche indipendenti, invece di finanziare analisi autonome, si fida ciecamente di quanto semplicemente affermato dalla farmaceutiche, e scredita tutto il resto come bufala?

3. Le uniche analisi serie sui vaccini in Italia sono quelle condotte dal dottor Montanari e dalla dottoressa Gatti, pubblicate recentemente nell’articolo New Quality-Control Investigations on Vaccines: Micro- and Nanocontamination che sono a dir poco inquietanti, perché dimostrano che le decine di vaccini analizzati risultano tutti contaminati da nanoparticelle di metallo. Lorenzin, cosa vogliamo dire al riguardo? Tutta salute? Sono sicuri i vaccini?

4. Cosa ci fanno nei vaccini adiuvanti come alluminio, mercurio, squalene, ed altri, considerati fra le sostanze più tossiche al mondo? Dobbiamo veramente iniettarle nel corpicino di un neonato?

5. Questa non è una domanda, ma un’affermazione, ma smettetela con sta balla dell’immunità di gregge, non sta in piedi da nessuna parte, e vi serve solo a spaventare la gente, per convincerla a vaccinarsi. E di che gregge stiamo parlando? Quello che garantisce i profitti a Big Pharma?

Ecco ministro, ci dia qualche risposta, e magari dopo ci calmeremo, ma anche dopo, vorremo continuare a poter decidere che cosa fare della salute dei nostri figli, senza che nessun politicante ci venga a dire che dobbiamo per forza fare qualcosa di cui lui, o lei, sia convinto. Senza che nessuno vieti la libertà di informazione, che è sempre più limitata in questo paese, messo peggio che il cosiddetto terzo mondo.

Nel frattempo cara Lorenzin, non stiamo tranquilli, no no, e il 21 marzo 2017 verremo a trovarla a Roma davanti al Parlamento, e vedrà che saremo in tanti, nella manifestazione per la libertà di scelta vaccinale organizzata dal Comilva ma che vedrà la partecipazione di tante altre associazioni e comitati. Poi il 1° aprile 2017, le organizzeremo un bel pescetto a Modena, dove noi di Riprendiamoci il Pianeta faremo un’altra manifestazione, che terminerà con un bel dibattito pubblico informativo sulla scelta vaccinale.

Come si diceva nella mia gioventù, non è che l’inizio la lotta continua, forse il Drago si sta risvegliando…

 

Vaccini… basta con le bufale di stato!

baby-696980_960_720

Sinceramente non saprei dire se i vaccini, proprio come concetto, e rimedio medico, possano essere utili. Di sicuro a me non piacciono, e vorrei poter continuare a decidere se usarli oppure no, ma soprattutto vorrei che i genitori potessero scegliere liberamente per i propri figli, senza dover sottostare a nessun tipo di ricatto come quelli che stiamo vedendo di questi tempi, dove, contrariamente a quanto prevede la nostra Costituzione, alcune regioni stanno imponendo l’obbligo vaccinale ai bambini, pena la non ammissione al nido.

Tutto questo avviene più che altro scatenando paure irrazionali nella popolazione, con l’utilizzo di vere e proprie bufale di stato, piuttosto che con l’ausilio della scienza. E questo comportamento delle istituzioni, di sicuro garantisce i profitti delle multinazionali del farmaco, che sui i vaccini lucrano non poco, e che della nostra salute si occupano solo per renderla malferma.

Non credo che riuscirò in questo breve articolo ad essere completo ed esaustivo, mi limiterò solo a citare alcuni aspetti dell’inutile terrorismo psicologico che viene esercitato dalle nostre autorità incompetenti.

In primo luogo si afferma che i vaccini hanno debellato tante malattie infettive che prima del loro avvento causavano tanti morti. Bé, sinceramente questo non mi risulta, ma da tempi non sospetti, da quando di sicuro non c’era tutta questa polemica attorno ai vaccini.

Io mi sono laureato in Storia Contemporanea all’Università di Bologna quasi quarant’anni fa, studiando proprio le condizioni di vita delle classi popolari dall’Unità d’Italia ad oggi, ed era evidente, allora come oggi, che il fattore determinante nella riduzione delle malattie infettive, in particolare dal secondo dopoguerra, è stato il miglioramento delle condizioni igienico-alimentari della popolazione italiana. I vaccini vennero introdotti quando ormai la curva di questo tipo di malattie aveva raggiunto praticamente lo zero.

Una cosa che mi sento di introdurre come elemento non secondario, è il fatto che non ci si può fidare un granché sia dei politici che delle multinazionali. Infatti, sono stati infiniti in tutto il pianeta i casi di corruzione che hanno visto coinvolte queste due parti, a scapito, certo e grave, della salute dei cittadini. La sanità rappresenta, in Italia e nel mondo, uno degli affari più lucrosi sui quali le mafie governanti possano mettere le mani, scusatemi quindi se sono un po’ diffidente quando vedo politici sperticarsi nelle lodi di farmaci che fruttano miliardi a quegli angioletti delle multinazionali. Sono troppo diffidente? Sì, ma direi che è meglio.

Poi c’è la questione dell’immunità di gregge, che già come nome non mi piace e mi fa pensare male su come ci considerano i nostri governanti, ma come direbbe il commissario Montalbano, il personaggio del nostro grande Camilleri, che minchia mi viene a significare? E poi, ma tu ‘gregge’ che ti sei vaccinato, perché temi che io possa contagiarti perché non mi sono inoculato i vaccini? Ma non dovresti essere coperto? Al massimo mi ammalerò io… ti pare?

Ma forse il problema è un’altro, ossia il fatto che i vaccini, in realtà, quando va bene, hanno bassissimi livelli di copertura per le malattie dalle quali dicono di voler proteggere. State pure tranquilli però che non lo verrete mai a sapere, perché misteriosamente, nonostante anche i tanti casi di vaccini ritirati, dopo che avevano già causato danni alla popolazione, le multinazionali non hanno l’obbligo di testare e certificare questi prodotti, a differenza di tanti altri farmaci.

Esistono per fortuna analisi indipendenti sui vaccini, però, siccome certificano la presenza di sostanze dannose per la salute, soprattutto del bambino, ecco che chi le ha eseguite viene subito tacciato di essere un ciarlatano, da parte della ‘scienza’, veramente con tante virgolette, cosiddetta ufficiale. Uno per tutti, l’esempio del dottor Montanari di Modena, che dopo aver trovato nanoparticelle di metalli in tutti, ripeto tutti, gli oltre venti vaccini da lui analizzati a sue spese, ottiene come risultato solo il tentativo di venire screditato ed isolato dalla comunità ‘scientifica’.

Che il motivo stia nel fatto che praticamente il novanta per cento della ricerca ‘scientifica’ mondiale è finanziato dalle multinazionali? Che ruolo volete che possa avere la verità in un contesto come questo?! Di sicuro si comincia bene dalle università, dove i programmi di studio vengono presi come oro colato, che nessuno si permette di mettere in discussione, alla faccia della nostra salute. Però, le nanoparticelle, e le altre sostanze dannose, come i vari tipi di adiuvante, rimangono nei vaccini, e nessuno pare voler vedere.

Guardate, potrei anche essere il solo al mondo a non voler utilizzare i vaccini, e Dio m’aiuti a continuare così, ma mi sembra dovuto alla popolazione mondiale, il poter avere analisi scientifiche vere sui vaccini, sulla loro efficacia, e sull’eventuale loro dannosità, invece di dover subire bombardamenti mediatici di natura terroristica su inesistenti epidemie e pericoli di orrenda morte, di fronte a situazioni che sono più che normali da che mondo è mondo, come il caso delle recente presunta ‘emergenza’ meningite. Oppure banali affermazioni, prive di fondamento scientifico, ripetute a pappagallo dai vari ministri della salute, che mi ricordano un po’ il grido di Dio lo vuole, ripetuto dai crociati mille anni fa.

Per la serie la scienza siamo noi, per cui, siccome ve lo diciamo noi, i vaccini fanno bene, non provocano morte e malattia, fidatevi che a me lo ha anche detto la nonna. Scusate, non è che mi fareste vedere, per piacere, l’esito di qualche ricerca seria fatta sui vaccini e sulle procedure usate dalle multinazionali del farmaco? A me basterebbe anche solo un minimo dubbio per far partire accertamenti di questa natura, e qua di dubbi sollevati da varie parti nel mondo ce ne sono tantissimi, ma niente… la scienza sono loro, e se la suonano e se la cantano, purtroppo sulla nostra salute.

Eppure nei vaccini, nel tempo, sono state messe fra le sostanze più velenose al mondo, come mercurio, alluminio, squalene… perché? Eppure le nanoparticelle dei metalli riscontrate nei vaccini possono essere definite delle mine vaganti, in grado di produrre nel tempo tante malattie… non importa a nessuno? Siamo sicuri che facciamo bene a iniettare questa roba ad un bambino appena nato? Vedete, io non voglio impedire a nessuno di vaccinarsi, se fossimo sicuri che i vaccini sono sicuri, ma ne siamo veramente sicuri? Scusate, io continuo a non vedere scienza nelle affermazioni ufficiali, ma solo copertura di un’operazione mondiale voluta dalle multinazionali. Se poi pensate che quel filantropo di Bill Gates, l’uomo più ricco del mondo, che parla della necessità di de-popolare il pianeta, finanzia le vaccinazioni in Africa… io più che apprezzarlo, sinceramente lo temo.

E casualmente, tutto sto baccano sui vaccini in Italia adesso, dopo che il nostro paese ha assunto il ruolo di paese guida a livello mondiale nella diffusione dei vaccini. Scusate se continuo ad essere sospettoso, ma disgraziatamente è troppo diffusa la pratica dell’inganno di stato per coprire i loschi interessi delle cosche dominanti, per potersi rilassare, e fidarsi ciecamente di chi manovra, da troppo tempo, le ricchezze prodotte dal nostro popolo, col solo intento di depauperarle. Non lo fanno apposta? Sarà… però questo è il risultato, hanno distrutto l’economia del paese più bello del mondo, rubando a destra e a manca, e se voi volete continuare a fidarvi, fate pure, io mi astengo.

Nel momento in cui stanno anche avanzando proposte per limitare le bufale su internet, col solo scopo di limitare quella parvenza di democrazia che ci è rimasta, i nostri governanti non fanno altro che spararne una più grossa dell’altra, con la convinzione di essere sempre creduti. Brutta cosa l’arroganza del potere, io non starei così tranquillo se fossi in loro, visto mai che cambi il vento e che il popolo italiano riesca a riprendersi la propria sovranità. In tal caso potremmo introdurre, invece che l’obbligo di vaccino per i neonati, l’obbligo di verità per i politici. Allora sì che saremmo sicuri di un vero ricambio generazionale, infatti di quelli che governano oggi non ne rimarrebbe nessuno…

 

Vaccini… la Firenze di Renzi… la censura… prove di fascismo

german-1015396_640 syringe-957260_1280

Ormai in questo paese si susseguono cose gravissime, che stanno eliminando, nemmeno piano piano, la democrazia, casomai ci fosse mai stata. E tutto questo sta avvenendo, fondamentalmente perché quasi nessuno dice più niente, quasi nessuno protesta, ma soprattutto perché l’arroganza e la violenza del potere si permettono qualunque cosa.

Ma si sa, guai a contrastare le ‘riforme’ del governo Renzi, se ti va bene sei un ‘gufo’… non vorrai mica essere contro il progresso, contro coloro che, pionieri del nuovo, stanno facendo ripartire l’Italia. In realtà, nel giro di pochi mesi, questi moderni riformatori, hanno fatto un falò con cent’anni di movimento operaio, e di diritti conquistati, con la democrazia parlamentare, ed impongono ormai in ogni campo, a partire da quello dell’informazione, i diktat governativi. Mussolini, secondo me, paragonato a questi emissari delle multinazionali, della Massoneria e del Nuovo Ordine Mondiale, era un dilettante, affetto da provincialismo.

Particolarmente violenta di questi tempi, la campagna di ‘normalizzazione’ nel campo dei vaccini pediatrici, ma anche dei vaccini in generale. Forti di una scienza, che viene spacciata per oggettiva, mentre spesso non è che al servizio degli interessi delle multinazionali farmaceutiche, gridando al pericolo di contaminazione di massa, si sta correndo verso l’obbligatorietà delle vaccinazioni di ogni ordine e grado. Mi sa che fra poco ci toccherà vaccinarci anche contro i foruncoli… visto mai… alla faccia della libertà di cura garantita dalla Costituzione, quel pezzo di carta straccia ormai inutilizzabile, grazie ai nostri ‘riformatori’, fautori del progresso.

A noi di Riprendiamoci il Pianeta, ci dice male, perché trattiamo argomenti un po’ scomodi, come i vaccini, le scie chimiche, gli OGM, oltre a tutto ciò che danneggia la vita, e siamo abituati ad avere contro tutti i mezzi di informazione, che più di una volta si sono scagliati contro di noi, ma a volte, il potere, nella sua ignoranza e prevaricazione, si ammanta veramente di ridicolo. Peccato che questo ridicolo odori di fascismo, ma pazienza, noi continueremo finché avremo uno spazio, a criticare e combattere, pacificamente, chi sta annichilendo la vita e la libertà nel nostro paese.

L’ultima che ci hanno fatto è accaduta nella Firenze del nostro rivoluzionario di sinistra premier, Matteo Renzi, là dove, evidentemente, meglio attecchiscono le sue modalità.

I fatti. Già a settembre 2015, i membri toscani di Riprendiamoci il Pianeta – Movimento di Resistenza Umana, l’associazione di cui mi onoro di essere presidente, fecero domanda di una sala alla biblioteca comunale dell’Isolotto, a Firenze, per tenere una conferenza dal titolo Vaccinazioni pediatriche: per una scelta consapevole.

Come si suole dire, problemi zero, ampia disponibilità da parte del personale, che insistette per far mettere anche il logo della biblioteca sui nostri volantini e sulle nostre locandine, offrendosi addirittura di stampare loro il materiale pubblicitario. Offerta rifiutata solo per motivi di celerità, e via che si procede. Data fissata, sabato 7 novembre 2015, relatrice la dottoressa Simona Mezzera, medico omeopatico.

Ecco invece, dopo tanta collaborazione, diciamo da parte delle persone che lavorano in biblioteca, ieri, martedì 3 novembre 2015, quando ormai tutto era pronto, che arriva questa laconica comunicazione: Si comunica che l’incontro su “Vaccinazioni pediatriche: per una scelta consapevole” previsto sabato 7 novembre 2015 alle ore 10.30 presso BiblioteCaNova Isolotto, e’ stato ANNULLATO. Saranno al più presto comunicate nuove date per dibattiti sul tema.

Ovviamente, i nostri referenti di zona, increduli, hanno contattato subito i responsabili della biblioteca, ma con fumose argomentazioni viene loro risposto che l’evento è stato annullato perché non ci sarebbe stato sufficiente contraddittorio, essendoci solo un oratrice, non favorevole alle vaccinazioni.

Perché, a settembre non si sapeva questa cosa? In seguito all’insistenza dei nostri, sfugge una frase a mezza bocca, che riporta il fatto che ci sarebbero state pressioni dall’alto, da parte di non si sa che assessore alla sanità, se comunale o regionale. Sarà stato un fantasma? O il solito politico sempre pronto ad assumersi coraggiosamente le proprie responsabilità? L’ombra di Renzi, e della Lorenzin si allunga su di una Toscana governata dal rivoluzionarissimo PD!

Bè gente, questa si chiama censura http://riprendiamociilpianeta.it/portfolio/censura-riprendiamoci-la-liberta-di-coscienza/non so voi come la vediate, ma siamo messi veramente male. Ripeto che non è la prima volta che ci accade, che eroici amministratori, allineati ai diktat governativi, censurino le nostre iniziative, ma a me viene da pensare che anche Benito Mussolini, in realtà cominciò più o meno così.

Certo, qui è molto più evidente il doppio petto, che non il manganello, ma forse solo perché ce n’è meno bisogno. Forse la gente nel 1921, non era ancora così rincoglionita come noi oggi, e capiva ancora bene dove il potere voleva fotterla nei propri interessi.

Ma d’altronde, questi bei governi degli ultimi anni, ci hanno ben dimostrato, che all’occorrenza sanno anche usare i manganelli, per ricondurre verso un luminoso futuro di riforme, le voci dissidenti di questo paese.

Va bè, cosa volete che vi dica, alla faccia della democrazia, noi ci siamo già organizzati per tenere comunque la censurata conferenza http://riprendiamociilpianeta.it/firenze-7-novembre-2015-vaccinazioni-pediatriche-per-una-scelta-consapevole/ e vi invitiamo tutti quanti a partecipare in massa.

Stiamo anche valutando la forma di protesta da attuare contro questo grave atto anti-democratico, perché non se ne può proprio più, questi prepotenti vanno fermati, dobbiamo veramente riprenderci il diritto di decidere delle nostre vite, quanto meno quello di poterne discutere. Non è che vorremmo tentare un bel risveglio collettivo, per instaurare una vera democrazia in questo paese? O vogliamo lasciarlo andare alla deriva così, nelle mani di questi politici dei nostri tempi, dei quali le cronache ci hanno sufficientemente mostrato le capacità ed intenzioni?

 

Schermata 2015-11-04 alle 17.45.14

Fonte immagine di copertina:

https://commons.wikimedia.org/wiki/Benito_Mussolini – /media/File:Benito_Mussolini_and_Adolf_Hitler.jpg

 

Allergie da acari? Ci pensano le multinazionali a “risolverle”

cura-e-manutenzione-dei-tappetiSono sempre più convinto che le allergie siano ampiamente stimolate da tutto ciò che ingeriamo, create ad hoc perché i vaccini possano giungere in soccorso di coloro che ne soffrono. Creare le patologie per arrivare con la soluzione è una attività vecchia come il mondo, e le multinazionali del farmaco, che detengono il monopolio della “salute” lo sanno bene, esercitandolo come un diritto senza remore alcune.

A questo proposito i ricercatori francesi di Nantes hanno annunciato il 20 maggio scorso di aver testato con successo sui topi un vaccino contro le allergie da acari. Il vaccino, sviluppato con i ricercatori dell’Università di Vienna, è stato iniettato su dei topi resi volontariamente asmatici, ed è risultato particolarmente efficace su due tipi principali di acari presenti nella biancheria da letto e nei tappeti delle case.

Vuoi vedere che anche gli esseri umani vengono resi dipendenti dalle allergie per poi ricevere “soccorso” nell’illusione di divenirne immuni? A pensare male spesso ci si prende, recita l’antico adagio, e in questo caso i sospetti si rafforzano. Informarsi al riguardo non sarebbe male, per poi poter prendere decisioni più consapevoli riguardo ai vaccini e al loro utilizzo.

Qualche giorno fa ho partecipato ad una conferenza sui vaccini tenuta da Stefano Montanari http://www.stefanomontanari.net/sito/ e organizzata da Riprendiamoci il Pianeta – Movimento di Resistenza Umana http://riprendiamociilpianeta.it/ Le informazioni ricevute, molto in sintesi, erano inerenti a 27 vaccini analizzati e i risultati sono stati perlomeno inquietanti, visto che al loro interno, le sostanze riscontrate, non alimentavano una particolare fiducia in una possibile guarigione anzi, la sensazione è stata quella che servissero ad alimentarla… la malattia.

La mia esperienza al riguardo non è stata particolarmente accattivante, infatti, l’unica volta che mi sono vaccinato contro l’influenza, molto tempo fa, mi sono ammalato due volte, mentre le altre volte che non lo feci mai mi ammalai… come campione è certamente limitato, ma per me è stato sufficiente per cominciare ad informarmi al riguardo così da prendere decisioni più consapevoli… augurandovi che possa essere lo stesso per voi, così da non accettare automaticamente quanto deciso dalle multinazionali del farmaco, anche perché l’articolo 32 della nostra Costituzione risulta chiaro al riguardo.

Articolo 32

La Repubblica tutela la salute come fondamentale diritto dell’individuo e interesse della collettività, e garantisce cure gratuite agli indigenti. Nessuno può essere obbligato a un determinato trattamento sanitario se non per disposizioni di legge. La legge non può in nessun caso violare i limiti imposti dal rispetto della persona umana.